PATTI BASKET

Sito ufficiale PATTI BASKET SSDRL

Archivio per la categoria 'Risultati 2012-13'

Cus Palermo-S.è C.Patti=56-68

Tabellino

Cus Palermo: Dioguardi A. 8, Giaccone D. 3, Viola G. 9, Munna G. 3, Giaccone A. 4, Catania F. 8, Infurna A. 8, Garofano L. 10, Ventimiglia V. 3, Speciale G. n.e., Calafiore E. n.e. Coach. La Rosa R.

Sport è Cultura Patti: Ettaro G. 1, Princiotta A., Fazio A. 7, Gatani U. 3, Muscarà A. 2, Gatani G., Albana S. 38, Ceraolo A. 7, Urso A. 10. Coach. Stroscio G.

Parziali: 16-14, 34-31, 44-42, 56-68.

Falli Fatti: Palermo 25-Patti 16

Arbitri: Salvo G. – Gallotta S.

La Cronaca

Si chiude con una vittoria in trasferta la stagione di serie D 2012-2013 dello Sport è Cultura Patti, che si impone sul Cus Palermo per 56-68. Clima da ultima di campionato con i ragazzi di coach Stroscio che non avevano più nulla da chiedere al torneo ma volevano ben figurare contro la squadra con cui si sono giocati l’accesso al post-season, mentre per i locali di coach La Rosa è stata una gara utile per rodarsi in vista dei play-off. Buona prima parte di gara per i locali che tengono il pallino del gioco e chiudono avanti i primi tre parziali di stretta misura, i pattesi restano incollati agli avversari e con un finale in crescendo piazzano un break nel quarto periodo di 12-26 che chiude la partita. Play-off promozione che saranno disputati da Milazzo, Spadafora, Bagheria e Palermo, il Patti si piazza a due sole lunghezze da quest’ultimi in quinta posizione. Annata sfortunata per la squadra del presidente Fiumanò, caratterizzata da una serie infinita di forfeit per infortuni e problemi vari di alcuni atleti, che hanno impedito di trovare il passo giusto per poter competere con le prime della classe. Infatti se la partenza in campionato è stata disastrosa, nella seconda parte di stagione raggiunto un minimo di equilibrio di squadra e di costanza di rendimento i ragazzi di coach Stroscio hanno ben figurato contro tutte le compagini, ma ancora una volta gli infortuni di diversi atleti anche nel finale hanno compromesso la scalata verso le zone alte della classifica. Max Papa

S.è C.Patti-M.Milazzo=57-72

Tabellino

Sport è Cultura Patti: Pettina A., Ettaro G., Princiotta A.n.e.,Pizzuto C. 8, Fazio A. 2, Gaglio N.n.e., Gatani U., Pittari O. 5, Muscarà A. 4, Gatani G. 3, Albana S. 22, Urso A. 13. Coach. Stroscio G.

M.Milazzo: Aspa G. n.e., Cassisi A. 15, Toto A., Barbera G. 30, Coppolino A. 17, La Spada G., Scilipoti D. 3, Giorgianni F., Colosi F. 5, Italiano C. 2, Foti R. n.e., Maio C. n.e. Coach. Lucifero L.

Parziali: 11-25, 44-36, 55-53, 57-72.

Falli Fatti: Patti 23 – Milazzo 23

Arbitri: Sansone L. – Saeli G.

La Cronaca

Continua spedito il cammino della capolista M. Milazzo che si impone sul parquet dello Sport è Cultura Patti per 57-72. Partenza convinta degli uomini di coach Lucifero che prendono subito il largo su un Patti che stenta a carburare, chiudendo la prima frazione sul 11-25. Secondo periodo con i locali che fanno la voce grossa, difesa attenta ed ottime percentuali al tiro annichiliscono gli ospiti, il punteggio si ribalta e si va all’intervallo sul 44-36. Al ritorno in campo il Patti deve fare a meno di Pizzuto che si infortuna, la partita si fa più equilibrata, le difese mordono da entrambe le parti ma l’inerzia della gara cambia a favore degli ospiti, si va all’ultimo riposo sul 55-53. Ultimo quarto con i locali che devono fare a meno anche del bomber Albana che esce per raggiunto limite di falli a sette minuti dal termine. I pattesi si ritrovano in campo con un manipolo di ragazzini e con gli uomini di esperienza in condizioni fisiche precarie, devono quindi lasciare il passo agli ospiti che allungano facilmente e si aggiudicano l’incontro per 57-72. Partita solida della capolista, che comunque ha dovuto sudare non poco per avere ragione di un Patti che ha venduto cara la pelle. I pattesi dal canto loro hanno dimostrato che quando sono al completo ed in condizioni fisiche accettabili riescono a giocarsela con tutti, rimane il rammarico per la serie infinita di infortuni che hanno caratterizzato l’intera stagione. Ultima gara del campionato per lo Sport è Cultura Patti sarà disputata sabato prossimo in casa del Cus Palermo. Max Papa

S.è C.Patti-P.M.M.Canicattì=71-49

Tabellino

Sport è Cultura Patti: Pettina A., Ettaro G., Princiotta A. 5, Pizzuto C. 18, Fazio A., Pittari O. 3, Muscarà A. 9, Pantaleo A., Gatani G. 5, Albana S. 7, Ceraolo A. 10, Urso A. 14. Coach. Stroscio G.

P.M.Mura Canicattì: Curreri M. 11, Manto S. 6, Bonetti C. 7, Drago C. 9, Dedah D. 2, De Vita F. 6, Uka E. 8.

Parziali: 21-8, 38-25, 57-41, 71-49.

Falli Fatti: Patti 12-Canicattì 8

Arbitri: Gallotta S. – Calandra E.

La Cronaca

Partita senza storia quella fra lo Sport è Cultura Patti e la Polisportiva Mario Mura Canicattì, vinta dai padroni di casa col punteggio di 71-49. Gli ospiti si presentano in formazione ampiamente rimaneggiata e fin dalle prime battute si intuisce l’andamento della gara. Pattesi subito in avanti nel primo quarto con azioni veloci e buone percentuali al tiro, si va al primo intervallo sul 21-8. Secondo quarto con coach Stroscio che butta subito nella mischia alcuni giovani, gli ospiti riescono a tenere botta bene ma il vantaggio rimane immutato e si va al riposo lungo sul parziale di 38-25. Terzo periodo sulla falsariga del precedente, gli ospiti con rotazioni limitate tengono i ritmi bassi, le difese non aggrediscono, prova ne sono i pochi falli fischiati da entrambe le parti, si va così all’ultimo intervallo sul punteggio di 57-41. Quarta frazione di gioco senza particolari sussulti, gli ospiti ormai non ne hanno più, i padroni di casa allungano decisamente e nel finale la scena è tutta per i giovanissimi, in particolare  per Princiotta (nella foto) che con una penetrazione ed una bomba da distanza siderale fa esplodere il palasport pattese. Gara giocata da entrambe le formazioni in modo blando con gli ospiti che provano a rimanere in partita, ma i pattesi col minimo sforzo riescono a controllare il gioco mantenendo ancora qualche speranza per l’accesso ai play-off promozione. Max Papa

Bagheria-S.è C.Patti=74-67

Tabellino

V.S.Teresa Bagheria: Ducato R. n.e., Mandala R. 12,Geraci A. 1, Maggiore T. 2, Guarino T., D’Amico M. 9, D’Amico L., Morana D. 35, Fontanazza F.1, Ducato G. 5, Corso G. 9, Pagano G. n.e. Coach. Giambelluca D.

Sport è Cultura Patti: Pettina A. n.e., Pizzuto C. 14, Fazio A. 2, Gatani U. 2, Pittari O. 13, Muscarà A. 8, Pantaleo A. 1, Gatani G., Albana S. 18, Ettaro G. n.e., Ceraolo A. 7, Fallo A. 2. Coach. Stroscio G.

Parziali: 16-20, 37-41, 56-62, 74-67.

Falli Fatti: Bagheria 20-Patti 26

Arbitri: Incorvaia G. – Canzoneri S.

La Cronaca

Sconfitta immeritata quella subita dallo Sport è Cultura Patti sul campo del Bagheria, dopo una partita dominata per 35 minuti e con un vantaggio a ridosso della doppia cifra ormai consolidato, ma un arbitraggio a dir poco sconcertante ha permesso ai padroni di casa di rientrare in gara e di chiudere con una vittoria per 74-67.  Primo periodo giocato a buoni ritmi da entrambe le formazioni, con i pattesi che riuscivano a prendere un minimo di vantaggio chiudendo al 10° minuto sul 16-20. Secondo quarto equilibrato, le distanze restano invariate e si va al riposo lungo sul 37-41. Terzo periodo ancora sotto controllo per gli ospiti che gestiscono bene e con lucidità i palloni in attacco, ma i locali non mollano la presa e si va all’ultimo intervallo sul 56-62. Ultimo quarto con i pattesi che sembrano padroni del match, ma a cinque minuti dal termine la partita gira repentinamente, vengono fischiati dal duo arbitrale una serie di falli ai danni dei pattesi, sia in difesa che in attacco e ciliegina sulla torta un fallo tecnico per simulazione assolutamente inesistente. Tutto ciò taglia definitivamente le gambe ai ragazzi di coach Stroscio permettendo ai locali di ribaltare le sorti dell’incontro e vincere la partita. I locali hanno avuto il pregio di crederci sempre anche quando ormai sembrava ci si avviasse ad una vittoria ospite, con un Morana in serata scintillante col suo gioco in penetrazione andando spesso a segno e subendo fallo. Per i pattesi buona prestazione fino a pochi minuti dal termine quando poi si sono, ovviamente, innervositi ed hanno perso il ritmo di gioco non riuscendo più ad andare a segno. Nel finale concitato ha inoltre subito un brutto infortunio di gioco Andrea Fallo, a lui va un grande augurio per una pronta guarigione. Prossimo incontro sabato 9 marzo alle 19 presso il PalaSport di C.N.Russo: Sport è Cultura Patti-P.M.M.Canicattì. Max Papa

Castanea B.-S.è C.Patti=51-64

Tabellino

a.s.d. Castanea Basket: Lanza S. 7, D’Ignoti N. 2, Restuccia L.15, Soliera L., Lucchesi S. 6, Campanella A. 3, Mazzù S., Saccà R. n.e., Manasseri B. 10, Gambadoro A.L. 8, Sondrio R. Coach. Biondo L.

Sport è Cultura Patti: Pettina A. n.e., Accordino E. n.e., Pizzuto C. 15, Fazio A. 4, Gatani U., Pittari O. 8, Muscarà A. 2, Pantaleo A. 2, Gatani G. n.e., Albana S. 28, Ceraolo A. 2, Fallo A. 3. Coach. Stroscio G.

Parziali: 12-19, 30-31, 35-52, 51-64.

Falli Fatti: Castanea 23 – Patti 27

Arbitri: Cavaliere M. – Attard L.

La Cronaca

Vittoria esterna per i ragazzi dello Sport è Cultura Patti che sul parquet del PalaRussello di Messina si sono imposti sui locali del Castanea per 51-64. Partenza positiva dei locali di coach Biondo che prendono subito un buon margine, ma gli ospiti non si fanno attendere oltre, cominciano a difendere sul serio ribaltano il risultato e non si voltano più indietro, il primo parziale si chiude sul 12-19. Secondo quarto ancora di marca pattese, la partita si fa più nervosa e le percentuali calano da entrambe le parti, si va al riposo lungo sul risultato di 20-31. Ancora pattesi in cattedra nel terzo quarto, le azioni d’attacco si fanno più fluide ed il distacco cresce raggiungendo il massimo vantaggio di +20, la partita è ormai in frigorifero ed il terzo periodo si chiude sul 35-52. Ultima frazione giocata ormai solo per le statistiche, i padroni di casa ci tengono a non sfigurare e con un sussulto d’orgoglio riescono ad avvicinarsi nel punteggio scendendo sotto la doppia cifra di svantaggio, ma i pattesi sono lucidi nel finale a non farsi sfuggire di mano la partita. Gara tutto cuore per i locali, ma le percentuali al tiro basse hanno impedito di giocarsi la partita fino in fondo, buone le prove di Restuccia e Manasseri. I pattesi dopo una partenza soft hanno subito cominciato a macinare gioco, difesa attenta ed attacco lucido con Pizzuto ed Albana sugli scudi, hanno permesso di sbancare il parquet messinese. Prossimo incontro per la quarta giornata della fase ad orologio, sabato 2 marzo alle ore 18, sul parquet di Bagheria contro i locali del Villa S.Teresa.  Max Papa