PATTI BASKET

Sito ufficiale PATTI BASKET SSDRL

Archivio per la categoria 'Articoli'

L’S.S.D. Patti Basket riparte dal nuovo logo!

Logo ufficiale S.S.D. Patti Basket

Logo ufficiale S.S.D. Patti Basket

L’S.S.D. Patti Basket presenta il nuovo logo che accompagnerà la società nelle prossime stagioni.
La rappresentazione grafica del logo ufficiale nasce dall’idea di rappresentare il più possibile Patti. In questo caso si è scelto di unire un simbolo importante della città come l’aquila (presente anche nello stemma ufficiale del comune) con il classico pallone da basket. Nella rappresentazione si può vedere come l’aquila apra le ali con dietro appunto un pallone, come fosse un’alba, simbolo di rinascita. Il tutto è racchiuso dai dettagli in arancio che, osservati insieme, formano visivamente un canestro, mentre il font utilizzato per il nome “Patti Basket” contribuisce a dare dinamismo e continuità al progetto grafico, oltre a dare una vera e propria identità.
Nella cultura cinese e giapponese il colore arancione è considerato come espressione di buon augurio e ottimismo, quello che si augura la società con questa nuova rinascita, una nuova avventura da condividere con chi ha la pallacanestro nel cuore.
#wearepattibasket

Ufficio stampa S.S.D. Patti Basket

Lo Sport È Cultura Patti batte Maddaloni in gara 2 e rimane in serie B!


È fatta! Patti mantiene la terza serie nazionale di pallacanestro maschile, la serie B. Con una grande vittoria a Maddaloni (56-59), i ragazzi di coach Sidoti hanno raggiunto l’obiettivo prefissato da inizio stagione. Una partita combattuta, durante la quale la squadra campana non ha mai mollato ma Patti è rimasta lucida e concentrata ed è riuscita a portare a casa la gara più importante della stagione.
Maddaloni parte con Sansone, Carrichiello, Luongo, Guagliardi e Locci. Patti risponde con Nino Sidoti, Busco, Bolletta, Costantino e Cicivè. La squadra di casa parte forte, ma Cicivè e Bolletta non ci stanno e portano avanti la propria squadra alla fine della prima frazione di gioco (10-16). Durante il secondo quarto Patti sembra controllare il match, ma Maddaloni esce fuori l’orgoglio e la grinta, Carrichiello e Guagliardi realizzano canestri importanti che portano la propria squadra in vantaggio all’intervallo, 31-28 dopo 20′ di gioco. Al rientro sul parquet lo Sport È Cultura è agguerrito, alza l’intensità difensiva, in attacco riesce a segnare con continuità e con un parziale di 2-15 si porta a +10 a fine terzo quarto. Maddaloni trova qualche fallo dentro l’area, i tiri liberi permettono ai campani di rimanere in vita e di restare in partita anche dopo 30′ di gioco, 40-45 il parziale. C’è ancora una partita, la squadra di casa è più viva che mai, Patti rimane tranquilla e mantiene il divario, anche se la tripla di Carrichiello a poco più di un minuto dalla fine è pesante (55-57), ma la squadra di coach Sidoti contiene i tentativi di recupero dei padroni di casa e porta a casa la vittoria più bella, quella che significa salvezza! Risultato finale: 56-59.
Poco da dire, un gruppo fantastico, formato da pattesi che hanno portato in alto la propria città battendo anche formazioni ben più blasonate, con un finale di stagione meraviglioso con 5 vittorie consecutive tra stagione regolare e playout. Tutto questo senza poter usufruire già da fine marzo del play titolare Daro Gullo e per buona parte dell’ala Kevin Cusenza, ultimo arrivato in casa pattese, entrambi pedine fondamentali del roster. Un plauso va a tutti i giocatori che hanno messo piedi sul parquet, inutile citarli, tutti hanno dato quel qualcosa in più per raggiungere un obiettivo così prestigioso come quello di mantenere la serie B, dal primo all’ultimo. Un infinito grazie a tutti gli sponsor che ci hanno accompagnato anche in questa stagione e a quelli nuovi che hanno abbracciato la nostra società. Complimenti alla dirigenza che ha sempre lavorato dietro le quinte affinché la macchina organizzativa funzionasse nel miglior modo possibile, complimenti allo staff tecnico, semplicemente fenomenale il lavoro svolto da coach Pippo Sidoti e il preparatore atletico Franco Pichilli, duo inseparabile, ormai garanzia di risultati e crescita dei giovani talenti. Infine grazie al pubblico, sia quello che ha creduto in questo progetto e in questa idea di pallacanestro, sia quello che ha pensato che questo percorso fosse perdente già in partenza. Adesso ci prendiamo una pausa, pianificando la prossima stagione, sempre con il fine di portare in alto lo sport a Patti. Ci vediamo presto!

Tabellini: 56-59 (10-16, 21-12, 9-17, 16-14)

S. Michele Maddaloni: Alessandro Guagliardi 18 (3/5, 2/4), Ernesto Carrichiello 17 (3/5, 1/2), Fabio Sansone 12 (0/3, 1/4), Andrea Locci 4 (2/2, 0/0), Giuseppe Luongo 3 (0/0, 0/0), Antonino Sabatino 2 (1/1, 0/0), Stefano Saletti 0 (0/0, 0/0), Antonio Cioppa 0 (0/0, 0/0), Giuseppe Pascarella 0 (0/0, 0/0), Domenico Papa 0 (0/0, 0/0).  All. Giovanni Monda
Tiri liberi: 26 / 34 – Rimbalzi: 7 2 + 5 (Andrea Locci 3) – Assist: 1 (Fabio Sansone 1)

Sport è Cultura Patti: Luca Bolletta 14 (4/5, 1/1), Giorgio Busco 13 (5/6, 1/1), Giuseppe Costantino 12 (4/4, 1/1), Patrisio Cicivè 8 (4/6, 0/0), Antonino Sidoti 5 (1/1, 0/2), Enrico Waldner 3 (1/1, 0/0), Alberto Mazzullo 2 (1/1, 0/0), Kevin Cusenza 2 (1/1, 0/0), Gianluca Ettaro 0 (0/1, 0/0), Alessandro Sidoti 0 (0/0, 0/0).  All. Pippo Sidoti
Tiri liberi: 8 / 18 – Rimbalzi: 7 0 + 7 (Enrico Waldner 3) – Assist: 2 (Patrisio Cicivè, Alberto Mazzullo 1)

Dario Caranna

Ufficio stampa Sport È Cultura Patti

Patti a un passo dall’impresa. A Maddaloni per chiudere la serie


Dopo la grandissima partita di sabato contro Maddaloni nella gara 1 dei playout (81-65), lo Sport È Cultura Patti è pronto per giocare il match che potrebbe chiudere definitivamente la serie, sancendo definitivamente la salvezza. Ennesima prova di forza dei ragazzi di coach Sidoti che hanno dimostrato un grande attaccamento alla maglia e una grande condizione fisica, frutto anche del fondamentale lavoro del preparatore atletico Franco Pichilli. Un gruppo fantastico che ha dimostrato un grande crescita tecnica e mentale, adesso maturo abbastanza da poter finire in bellezza il campionato. Manca poco, un match, 40 minuti per vendicare definitivamente il doppio k.o. della stagione regolare con i campani e per mantenere una serie B guadagnata con le unghie e con i denti e giocata con sette pattesi in roster. Maddaloni sa bene che questa è l’ultima spiaggia, non ha altre chance per agguantare la salvezza se non quella di vincere domani in casa e poi tentare il colpaccio al PalaSerranò nell’eventuale gara 3. Una vera e propria impresa, soprattutto considerando il grande momento dei siciliani (4 vittorie consecutive, ultima sconfitta in casa il 2 aprile contro Forlì). La chiave per vincere prima di tutto è non pensare di avere già la salvezza in tasca, soprattutto perchè Maddaloni è una buona squadra, agguerrita e con delle individualità che possono mettere seriamente in difficoltà Patti. La squadra campana, infatti, è stata capace di avvicinarsi pericolosamente nel terzo quarto della prima gara di playout, costringendo lo Sport È Cultura a dover ricacciare indietro nell’ultima frazione Carrichiello e soci. Normale che ci siano momenti di blackout, soprattutto quando si ha una squadra così giovane, soprattutto quando il divario comincia ad allargarsi. Coach Sidoti questo lo sa bene, ha già passato tanti momenti come questo che valgono una stagione e saprà indicare ai suoi la via giusta per non perdere la rotta e l’obiettivo. Tutto è pronto, tenere alta la tensione in vista di questa gara è d’obbligo, affinché il sogno della salvezza diventi finalmente realtà.

Dario Caranna
Ufficio stampa  Sport È Cultura Patti

Dopo la vittoria con Cefalù, Patti è pronta per affrontare Maddaloni nei playout

WhatsApp Image 2017-04-09 at 01.58.07Dopo la fantastica vittoria a Cefalù, lo Sport È Cultura Patti è pronto per affrontare gara 1 del playout contro Maddaloni con tanta fiducia e ottimismo. La squadra campana, classificatasi penultima dopo la vittoria con Viterbo che ha condannato la squadra laziale alla retrocessione in serie C, è stata la bestia nera dei siciliani durante la stagione regolare e, questa serie (al meglio delle 3 partite), deciderà la salvezza di una delle due società. La squadra di coach Sidoti è sicuramente in un grande momento. Sono tre le vittorie consecutive (due in trasferta) dei pattesi, a conferma del momento magico che ha portato a raggiungere risultati insperati ad inizio stagione. Dopo il forfait forzato di Gullo a causa dell’infortunio alla mano, la squadra ha dimostrato di essere un gruppo coeso, sopperendo all’importante assenza del play titolare sfoderando prestazioni incredibili sia dal punto di vista offensivo che difensivo. Difficile trovare un vero protagonista, tutti sono stati pezzetti di un puzzle che pian piano si sta completando: da Nino Sidoti a Bolletta, da Busco al giovanissimo Mazzullo, da Cicivè a Cusenza, dall’intramontabile capitano Costantino a Waldner fino ad arrivare ad Ettaro ed il piccolo Alessandro Sidoti. È giusto citare ogni singolo giocatore, senza dimenticare il grande lavoro svolto dal professore Franco Pichilli, preparatore atletico dello Sport È Cultura che, grazie al fondamentale lavoro in palestra svolto in questi mesi, ha permesso ai ragazzi di arrivare a questo punto della stagione nella migliore condizione possibile. Anche l’ultima vittoria a Cefalù ha dimostrato e confermato questo, nelle fasi finali Patti è riuscita a mantenere la lucidità necessaria per gestire al meglio la gara, oltre ad essere più concreta sia nelle scelte difensive che offensive, conquistando un’incredibile vittoria in un derby come sempre molto sentito dal pubblico. Questa è la squadra che tutti vogliono vedere domenica prossima contro Maddaloni, squadra che ha nel suo roster giocatori pericolosi come Carrichiello, Guagliardi, De Vincenzo, Sansone e l’ultimo arrivato Locci. La posizione in classifica non deve ingannare, Maddaloni infatti è capace di exploit importanti che possono decidere le partite. Patti in questa stagione non è mai riuscita a battere i campani, questo fa capire quanto sia insidiosa questa serie e assolutamente da non sottovalutare. Coach Sidoti questo lo sa bene ed è già al lavoro in palestra con i suoi ragazzi. Non ci resta che aspettare domenica per vedere una partita che sicuramente può decidere una stagione, per questo vedere un palazzetto pieno e caloroso è l’auspicio della società e in primis dei nostri ragazzi che sentono questa maglia come la loro seconda pelle.

Dario Caranna
Ufficio stampa Sport È Cultura Patti

Sport È Cultura Patti – Basket Scauri 77-74


Doveva essere vittoria e vittoria è stata. Grande prestazione dello Sport È Cultura Patti che batte 77-74 il Basket Scauri grazie ad una grande prova di squadra. Con questo risultato la squadra di coach Sidoti consolida la quartultima posizione in classifica a quota 14 punti, sfruttando le sconfitte di Viterbo e Maddaloni, aspettando il match fra Stella Azzurra e Teramo, recupero della 17esima giornata.
La squadra di casa parte con Gullo, Busco, Bolletta, Costantino e Cicivè. Scauri risponde con Richotti, Merella, Boffelli, Osmatescu e Antonietti. In avvio l”andamento del match sembra abbastanza equilibrato con le due squadre che rispondono colpo su colpo, poi due triple di Gullo provano a far scappare Patti che sembra essere partita col piglio giusto, 23-9 il primo parziale. Con Boffelli un po’ appannato durante la prima metà del match, è Richotti a dare la sveglia ai suoi, guidando gli scauresi alla rimonta, rimanendo a stretto contatto alla fine del primo tempo. 34-33 dopo 20′ di gioco. Il match è in equilibrio, Scauri sembra ritrovare pian piano ritmo offensivo e lo Sport È Cultura sa bene di non dover dare troppe certezze agli avversari per portare a casa la vittoria. Gullo, Costantino e Bolletta realizzano canestri importanti, Boffelli tiene in scia i suoi ma a fine terzo quarto la squadra di casa è a +7 (58-51). Scauri tenta il tutto per tutto nell’ultima frazione alzando la pressione nella metà campo difensiva e, nei primi minuti, mette paura a Patti grazie ad un parziale di 3-12 che regala il vantaggio agli ospiti a 6′ dal termine. Con Cicivè fuori per raggiunto limite di falli, Patti mette tutto in campo e reagisce da grande squadra. È Gullo a decidere il match, grazie a 3 triple pesantissime, specialmente l’ultima a 39” dalla fine del match, canestro che vale il 76-72. Nel finale la squadra ospite riesce solo ad accorciare le distanze e i pattesi vendicano la pesante sconfitta dell’andata conquistando due fondamentali punti per la salvezza.
Grandissima partita dello Sport È Cultura. Gullo, non ancora al top della condizione, ha sfoderato una partita di cuore, realizzando canestri e assist decisivi, Busco e Bolletta hanno spadroneggiato a rimbalzo (10 a testa alla fine del match) ma anche finalizzando in attacco, Cusenza e Waldner hanno dato un apporto fondamentale dalla panchina, entrando subito bene in partita, il capitano Costantino sempre più stoico e leader della squadra. Senza Nino Sidoti, ancora fuori per infortunio, bisognava che tutti dessero qualcosa in più e così è stato. Coach Sidoti può ritenersi soddisfatto. Con una squadra così focalizzata sull’obiettivo l’impresa della salvezza non sembra poi così lontana, questo gruppo può decisamente farcela e, grazie alla pausa dovuta alla Coppa Italia dal 3 al 5 marzo, lo staff tecnico potrà lavorare molto bene in allenamento per arrivare alla prossima gara in trasferta contro la Luiss Roma (sabato 11 marzo, ore 18.00) nelle migliori condizioni e provare a portare a casa altri due punti indispensabili .

Tabellini: 77-74 (23-9, 11-24, 24-18, 19-23)

Sport è Cultura Patti: Daro Gullo 20 (1/3, 6/11), Luca Bolletta 17 (7/11, 1/5), Giuseppe Costantino 11 (1/2, 1/3), Giorgio Busco 8 (4/5, 0/1), Patrisio Cicivè 8 (4/10, 0/0), Kevin Cusenza 6 (1/3, 0/3), Enrico Waldner 5 (2/4, 0/0), Alessandro Sidoti 2 (1/2, 0/0), Antonino Sidoti 0 (0/0, 0/0), Gianluca Ettaro 0 (0/0, 0/0).  All. Pippo Sidoti
Tiri liberi: 11 / 14 – Rimbalzi: 38 17 + 21 (Luca Bolletta, Giorgio Busco 10) – Assist: 21 (Daro Gullo 8)

Basket Scauri: Dante Richotti 25 (7/11, 0/0), Santiago Boffelli 21 (5/7, 2/4), Joshua Giammo 10 (0/1, 2/8), Victor Osmatescu 6 (3/8, 0/0), Enrico Merella 6 (0/1, 2/7), Alexandru Varga 4 (2/3, 0/0), Luca Antonietti 2 (1/1, 0/2), Corso Innocenti 0 (0/0, 0/1), Francesco Pimpinella 0 (0/0, 0/0), Lorenzo Scampone 0 (0/0, 0/0).  All. Renato Sabatino
Tiri liberi: 20 / 25 – Rimbalzi: 25 7 + 18 (Dante Richotti 7) – Assist: 13 (Dante Richotti 10)

Dario Caranna
Ufficio stampa Sport È Cultura Patti