PATTI BASKET

Sito ufficiale PATTI BASKET SSDRL

Archivio per la categoria 'Risultati 2015-16'

Sport È C. Patti – Vis Reggio Calabria 80-61

B…entornata Patti! È arrivata la vittoria che tutta la città di Patti voleva e sperava! Una serie B conquistata col sudore , fino all’ultima partita, battendo la Vis Reggio Calabria con il risultato di 80-61. Un sogno realizzato, una città in festa, il risultato di sacrifici e lavoro. Nello stesso girone, Agropoli vince e arriva allo spareggio con Pozzuoli, seconda del girone C (vinto dalla Zannella Cefalù), e si giocherà il derby campano per agguantare la serie B.
Patti schiera il solito starting five con Giorgio Busco, Custis, Bolletta, Costantino e Saintilus. Reggio risponde con Fazio, Savo Sardaro, Carpanzano, Warwick e Spencer. Parte bene la squadra di D’arrigo che, ovviamente, giocando senza alcun tipo di pressione, sfrutta il trend iniziale e trova punti importanti grazie a Savo Sardaro e Spencer. Dopo un mini-parziale degli ospiti (1-7) Custis sale in cattedra e Patti torna su, fino a chiudere la prima frazione sul 21-14. Nel secondo quarto Patti prova a scappare, ma i calabresi non ci stanno e rimangono in partita fino al termine del primo tempo, chiudendo sotto di 10 punti (43-33). Dopo l’intervallo Patti rientra in campo con una maggiore voglia, la serie B è a 20 minuti e coach Sidoti suona la carica ai suoi ragazzi. Bolletta è incontenibile, è suo il merito del massimo vantaggio raggiunto sul finale della terza frazione, realizzando canestri bellissimi che infiammano il pubblico: +18 e partita virtualmente chiusa (66-48). Reggio ruota i suoi uomini, prova un timido tentativo di rimonta, ma la voglia dei padroni di casa di tornare in serie B dopo 6 anni di assenza da un campionato nazionale è troppo grande e non c’è scampo. Lo Sport È Cultura mantiene il vantaggio e chiude la partita sul risultato di 80-61 e il numerosissimo pubblico del PalaSerranò può finalmente esplodere di gioia, invadendo pacificamente il parquet per festeggiare in campo i suoi beniamini.
Un capolavoro firmato Pippo Sidoti, un risultato insperato ad inizio stagione e poi diventato concreto e reale grazie all’immenso lavoro del coach, del vice Roberto Gugliotta, del preparatore atletico Franco Pichilli e di tutto lo staff. Un plauso va a tutti i giocatori, dai più giovani al più “datato” Giuseppe Costantino (instancabile condottiero), al duo americano Custis-Saintilus che fra poco ritornerà negli Stati Uniti (una coppia di ragazzi fantastici, simpatici oltre che talentuosi e vogliosi sempre di migliorarsi).
Una gioia infinita, un metodo e un progetto di lavoro che hanno portato a raggiungere la serie B dopo anni (troppi) di digiuno. La piazza lo meritava e ora questa fantastica promozione deve essere un patrimonio da custodire e da far crescere pian piano. Grazie a tutti, dai tifosi che hanno creato tanto colore e tifo, a tutto il resto del pubblico che è tornato numeroso sugli spalti del PalaSerranò. Fra poco si riparte, ma per ora fateci ancora festeggiare! #wearepattibasket

Tabellini: 80-61 ( 21-14 / 22-19 / 23-15 / 14-13)

Sport È Cultura Patti: Saintilus 15, Bolletta 25, Custis 29, Busco G. 4, Ettaro, Lumia, Marabello, Mazzullo, Sidoti Ale 2, Sidoti A. n.e., Costantino 5, Anzà.  All. Pippo Sidoti

Vis Reggio Calabria: Fazio 8, Carpanzano 2, Bonaccorso, Lobasso 12, Savo Sardaro 13, Spencer 10, Warwick 5, Venuto 11.  All. Gaetano D’arrigo

Dario Caranna

 

Diamond Bk Foggia – Sport È C. Patti 58-88

Adesso il sogno è veramente lì ad un passo. Lo Sport È Cultura Patti sbanca Foggia 58-88 e regala ai suoi tifosi una prestazione memorabile, perfetta. Grazie a questo successo, l’ultimo match del calendario contro la Vis potrebbe risultare decisivo per la promozione. Se dovesse arrivare la vittoria, infatti, Patti ritornerebbe ufficialmente in serie B, dopo aver disputato una stagione magnifica.
Il caldo si fa sentire dentro la struttura del “PalaRusso”, in campo la partita è dura ma corretta, com’è giusto che sia in una gara così importante. Il match inizia e la squadra di coach Sidoti fa subito vedere che vuole tornare a casa con il bottino pieno, grande aggressività sulla palla e ottime soluzioni offensive. Dall’altra parte, il Diamond di coach Vigilante non trova canestri facili e già nei primi minuti il parziale è 4-13, che diventerà 8-16 alla fine della prima frazione. Patti gioca meravigliosamente, non sbaglia quasi mai, l’intensità difensiva e le ottime percentuali dal campo non permettono alla squadra pugliese di recuperare terreno e il divario si allarga sul risultato di 24-43 alla fine del primo tempo. Tutto sembra andare bene ma coach Sidoti sa che non ci si può fidare di Foggia, squadra che già all’andata era stata protagonista di ottimi strappi e parziali. Al rientro lo Sport È Cultura è carico di falli, causa anche le rotazioni ulteriormente ridotte dalla squalifica di Marco Busco, Lumia dopo i primi minuti è già fuori dal match ma la squadra siciliana sta bene e riesce a rispondere a tutti i tentativi di rimonta di Foggia, chiudendo 41-59 la terza frazione. Evans prova a trascinare i suoi in una difficile rimonta, serve l’ultimo sforzo. In difesa non ci sono sbavature e le triple di Custis, Giorgio Busco, Bolletta e Costantino cacciano via i padroni di casa e a 4 minuti dalla fine del match è +27 Patti (50-77). Non c’è storia, i ragazzi di coach Vigilante alzano bandiera bianca, troppo Patti in campo, in una giornata in cui, la squadra pugliese, non è mai riuscita con continuità a trovare la via del canestro, complice soprattutto le varie difese cambiate da coach Sidoti durante la partita e le splendide letture dei giocatori ospiti. Finisce 58-88, un rotondo +30 che adesso fa realmente sognare tutti. Infatti, un’eventuale vittoria nell’ultima giornata contro la Vis Reggio Calabria (fanalino di coda), consegnerebbe il pass diretto per la serie B senza passare dallo spareggio.
Una gara tecnicamente perfetta, letta bene sia dal coach che dai giocatori in campo. Un piano partita ben eseguito dai ragazzi, un Giorgio Busco monumentale (4/4 da 3; 5/5 da 2), affiancato dai soliti Custis, Saintilus e un Bolletta che ormai è una sicurezza in tutte le zone del campo. Una squadra matura, che ha acquisito sicurezze nei propri mezzi, che ora è lì, a pochi metri dal traguardo. Vincere il prossimo impegno casalingo significa ritornare in serie B dopo 6 anni (promozione in serie A Dilettanti nella stagione 2009/2010). Un progetto sportivo vincente, con i giovani sempre in primo piano.
Domenica ci sono le amministrative, si andrà alle urne, ma questa squadra e questa società pensiamo si meriti quantomeno 2 ore di attenzione. L’appuntamento infatti è per il 5 giugno alle ore 19.00 al PalaSerranò, in una giornata che potrebbe essere storica per questa società, ma anche per la città, che da tanto aspettava di riprovare queste emozioni. Patti c’è, è lì pronta a scrivere la storia, ad un passo dal paradiso.

Tabellini: 58-88 ( 8-16 / 16-27 / 17-16 / 17-23)

Diamond Basket Foggia: Papa n.e.; Vigilante L. 7 (1/3 da 3; 1/3 da 2; 2/4 t.l.); Brantley 10 (3/13 da 3; 1/1 t.l.); Padalino A. 8 (2/3 da 3; 0/1 da 2; 2/2 t.l.); Padalino N. 4 (0/2 da 3; 0/2 da 2; 4/4 t.l.); Vernò; Ferramosca (0/1 da 3; 0/1 da 2); Evans 25 (1/4 da 3; 6/9 da 2; 10/10 t.l.); Cicivè 4 (1/5 da 2; 2/2 t.l.); Dell’Aquila (0/5 da 3; 0/2 da 2)  All. Cristian Vigilante

Sport È Cultura Patti: Saintilus 19 (1/3 da 3; 8/13 da 2; 0/2 t.l.); Custis 22 (3/10 da 3; 5/8 da 2; 3/4 t.l.); Sidoti Nino; Ettaro; Anzà 2 (0/1 da 3; 2/3 t.l.); Sidoti Ale; Lumia 2 (1/1 da 2); Costantino 3 (1/4 da 3); Bolletta 18 (2/5 da 3; 6/9 da 2; 0/4 t.l.); Busco G. 22 (4/4 da 3; 5/5 da 2).  All. Pippo Sidoti

Dario Caranna

 

Cilento Agropoli-Sport è Cultura Patti 86-68

13226721_1184815971562919_3736996913622641276_n

Gara dura ci si attendeva e gara dura è stata. Primo stop della poule promozione nel girone D per lo Sport è Cultura Patti che al Pala Di Concilio di Agropoli alza bandiera bianca col punteggio di 86-68. I cilentani sono così riusciti a ribaltare la differenza canestri maturata all’andata (87-73 per Patti). Ottima la gara per determinazione ed intensità dei padroni di casa, che trovandosi all’ultima spiaggia per non rimanere definitivamente fuori dai giochi per la promozione, hanno iniziato la partita con le giuste motivazioni, scavando sin dal primo quarto un solco che il Patti ha cercato di arginare con il solito Custis. Agropoli scappava dopo otto minuti sul cronometro sul 21-12, differenza sempre difesa per tutto l’incontro dai salernitani. Recupero ospite alla prima sirena chiusa sul 23-17 ma i cilentani schiacciano nuovamente sull’acceleratore nel secondo quarto, arrivando alla doppia cifra di vantaggio alla seconda sirena (al 20? punteggio sul 39-26). Alla ripartenza grande prestazione di Custis che firma dieci punti in un amen e tiene in vita Patti, 46-36. Ma la gara si fa sempre più intensa e spigolosa, ne fanno le spese Marco Busco e De Martino che vengono espulsi ed il punteggio recita 60-52. Nell’ultima frazione il Cilento Basket, grazie ad un parziale di 6-2 confezionato in poco più di 2?, allunga ulteriormente. Negli istanti finali i ragazzi di coach Menduto trovano le giocate giuste per operare il sorpasso in chiave differenza canestri tra le due squadre. Finale di 86-68 che ridà speranze di qualificazione ad Agropoli, adesso dietro di due punti in classifica rispetto a Patti. La contemporanea sconfitta di Foggia a Reggio Calabria (72-69) permette alla squadra di coach Sidoti di mantenere la testa della classifica. Nessun dramma in casa pattese, nella certezza di non avere lasciato nulla di intentato contro avversari che hanno giocato col coltello fra i denti e con le mani addosso, forse è mancata un po’ di lucidità in alcuni momenti topici della gara, soprattutto quando ci si era riavvicinati nel punteggio. Domenica sfida decisiva al PalaRusso di Foggia contro la Diamond, gara che potrebbe già essere decisiva per il salto in serie B.

Tabellini : (23-17; 39-26; 60-52; 86-68)  

Agropoli:  Rappoccio, Nobile 15, Murolo 11, De Martino 6, Trapani 5, Erra, Norci, Ronconi 2, Visnjic 25 , Esposito 11, Filippi 11, Bonaccorso. All: Menduto

Sport Patti: Saintilus 16, Custis 26, Sidoti N., Ettaro, Anzà, Sidoti A., Lumia, Costantino 6, Busco M. 4, Bolletta 12, Marabello, Mazzullo, Busco G.4; All. Sidoti

 

Sport È C. Patti – Cilento Bk Agropoli 87-73

Non c’è due senza tre! Lo Sport È Cultura conquista la terza vittoria nel girone D della Seconda Fase, contro l’ottimo Cilento Basket Agropoli di coach Menduto, consolidando il primo posto. Un match punto a punto per più di metà gara, con qualche mini allungo dei campani in varie fasi della partita, poi crollati nella seconda metà di gara sotto i colpi di Custis e soci. Adesso la classifica dice: Patti 6 punti, Foggia 4, Agropoli 2 e Reggio Calabria 0.
Classico starting five per i ragazzi di coach Sidoti con: Giorgio Busco, Custis, Bolletta, Costantino e Saintilus. Agropoli risponde con Nobile, Esposito, Murolo, De Martino e Visnjic. L’inizio è tutto della squadra campana che, con un’ottima intensità difensiva e con delle buone soluzioni in attacco, riesce ad aprire bene il campo con dei tiri aperti da tre, non lasciando tiri facili ai padroni di casa. Dopo un inizio un po’ in sordina, Patti si sveglia e comincia a recuperare terreno chiudendo il primo quarto sul 21-24. La seconda frazione è un continuo equilibrio che non sembra volersene andare, con un Ronconi che mantiene la sua squadra in vantaggio con dei canestri importanti. Patti risponde colpo su colpo, grazie anche a delle triple importanti di Costantino, e il primo tempo si chiude sul 40-45. Al rientro l’impatto di Patti è un po’ soft, il parziale iniziale di 8-13 (48-58) induce coach Sidoti ad un timeout per cambiare un po’ le carte in tavola e, grazie al cambio in difesa con la zona 3-2 e alla maggiore lucidità offensiva, la squadra recupera lo svantaggio e va sopra addirittura di 8 punti alla fine del terzo quarto quarto (68-60). Agropoli sembra stare cedendo, allora Giorgio Busco dà il colpo di grazia all’avversario con 8 punti di fila che allungano il divario fra i due roster (76-60). La partita ormai è andata via, il gap è incolmabile e Agropoli ci prova, ma non c’è nulla da fare e la tripla all’ultimo secondo di Custis fissa il punteggio finale del match sull’87-73.
Una partita bellissima, giocata molto bene a livello tattico e tecnico da entrambe le squadre in campo. Agropoli, roster ben allenato da coach Menduto, ha dato prova di giocare un’ottima pallacanestro per buona parte della gara, per poi crollare nella seconda parte. Le letture e l’esperienza di coach Sidoti hanno dato una svolta importante alla partita, grazie soprattutto ad un cambio difensivo nel terzo quarto che ha messo in crisi l’attacco avversario, poi, il talento e la maggiore lucidità dello Sport È Cultura ha fatto sì che la partita si mettesse sui binari giusti. Grande è l’entusiasmo, essere a punteggio pieno dopo 3 partite di playoff, con dei pattesi protagonisti in campo è motivo d’orgoglio per tutto l’ambiente. Adesso tutti si aspettano l’ultimo passo, con alle porte due trasferte molto toste. Si comincia domenica 22 con la difficilissima trasferta ad Agropoli, il 29 sarà il turno di Foggia. Un’eventuale vittoria fra una settimana darebbe con molte probabilità una buona fetta di serie B e, dopo una stagione così emozionante, sarebbe il coronamento di un sogno! Crediamoci!

Tabellini: 87-73 ( 21-24 / 19-21 / 28-15 / 19-13)

Sport È Cultura Patti: Saintilus 27, Bolletta 7, Busco M., Custis 26, Busco G. 14, Ettaro n.e., Lumia n.e., Marabello n.e., Mazzullo n.e., Sidoti Ale, Costantino 13, Anzà n.e.  All. Pippo Sidoti

Cilento Bk Agropoli: Visnjic 12, Rappoccio, Nobile 4, Murolo 11, De Martino 22, Filippi 3, Trapani, Erra, Norci n.e., Esposito 11, Ronconi 10.  All. Orlando Menduto

Dario Caranna

Vis Reggio Calabria – Sport È C. Patti 69-84

E sono 2! Due vittorie su altrettanti incontri per Patti che sbanca il PalaLumaka battendo la Vis Reggio Calabria con il risultato di 69-84! Una vittoria fondamentale, una partita intensa, dura ma corretta. Con questa  vittoria e la sconfitta di Agropoli a Foggia (73-47 per la squadra pugliese), lo Sport È Cultura si porta al primo posto solitario nel girone D a 4 punti, a seguire Foggia e Agropoli a 2, Reggio Calabria ancora a secco di vittorie.
La Vis parte con Fazio, Carpanzano, Warwick, Stracuzzi e Spencer. Patti risponde con il solito quintetto: Giorgio Busco, Custis, Bolletta, Costantino e Saintilus. Il primo quarto comincia con percentuali rivedibili da entrambe le parti anche se Custis dà già un assaggio di quello che sarà il suo personale menù della partita. Dall’altra parte Warwick risponde bene alle iniziative avversarie e la prima frazione si chiude col vantaggio per la squadra di casa (17-16). Dopo il mini intervallo si ritorna in campo e l’intensità della partita sale, cominciano le prime rotazioni e Alessandro Sidoti si fa trovare pronto con una tripla importante che costringe al timeout coach D’Arrigo. Patti va in vantaggio e ci rimane fino alla fine del primo tempo, andando all’intervallocon 4 lunghezze di vantaggio sul roster di coach D’Arrigo (39-43). Alla ripresa La Vis sembra entrare bene in campo, grazie anche ad un buon Spencer, ma Marco Busco punisce la zona avversaria con una tripla importante. Custis è incontenibile, riuscendo ad andare spesso in lunetta e contribuendo a mantenere la propria squadra in vantaggio di 5 punti alla fine del terzo quarto di gioco (53-58). L’ultima frazione comincia con due fondamentali triple di Marco Busco, Saintilus fa la voce grossa e sale definitivamente in cattedra, difensivamente la squadra ospite non commette gravi errori e la partita si chiude con il punteggio di 69-84, con una Vis che non ha mai mollato fino alla fine.
Non ci sono parole per esprimere quello che stanno facendo questi ragazzi in campo. Il cuore e la passione dentro il parquet, il talento dei singoli, la competenza dello staff tecnico e dei dirigenti, il lavoro fondamentale in palestra di Franco Pichilli. Tutto questo e molto altro è il segreto di questa fantastica squadra che ora più che mai può sognare realmente un salto di categoria che solo ad inizio campionato sarebbe stato solo ed esclusivamente un bellissimo sogno. Domenica 15 maggio alle ore 18 l’ospite al PalaSerranò sarò il Cilento Bk Agropoli, 2 punti in classifica e tanta voglia di rimanere vivo in questo girone. Quello di Orlando Menduto è un roster lungo e tecnico, ma la squadra di coach Sidoti sta già studiando per non arrivare impreparata all’esame fra meno di una settimana. Noi ci siamo e vogliamo sognare…e voi?

Tabellini: 69-84 ( 17-16 / 22-27 / 14-15 / 16-26)

Vis Reggio Calabria: Stracuzzi 9, Warwick 21, Fazio 13, Spencer 18, Carpanzano 6, Savo Sardaro, Venuto 2, Costantino, Gerardis n.e., Bonaccorso n.e., Cedro n.e.  All. Checco D’Arrigo

Sport È Cultura Patti: Saintilus 16, Custis 35, Costantino 3, Bolletta 7, G. Busco 5, Ale. Sidoti 7, M. Busco 9, Lumia 2, Ettaro n.e., Anzà n.e., Nino Sidoti n.e., Marabello n.e.  All. Pippo Sidoti

Dario Caranna