PATTI BASKET

Sito ufficiale PATTI BASKET SRL SD

Virtus Arechi Salerno – Playa Hotel Patti 82-66

ph. Viviana Diavoletto

Non riesce a sfatare il tabù trasferta la squadra di coach Sidoti che perde a Salerno 82-66 contro la Virtus Arechi. Un match in cui Patti ha fatto vedere una buona crescita, giocando un’ottima pallacanestro contro una squadra in piena salute come Salerno, alla sua quinta vittoria consecutiva e con un roster di altissima qualità.
Con il neo-acquisto Dispinzeri subito in quintetto, il Playa Hotel parte benissimo con un parziale di 0-8 che mette subito in allarme la squadra di casa che, grazie a degli accorgimenti difensivi, riesce a tenere botta e chiudere il primo quarto in equilibrio: 16-17. Fowler si scalda dalla lunga distanza, così come Legnini, ma Leggio e Paci rispondono colpo su colpo e la squadra campana chiude in vantaggio il primo tempo di gioco, si va all’intervallo con il risultato di 36-33. Al rientro sul parquet, con Locci con problemi di falli, Patti abbassa il quintetto con Mazzullo, Salerno spinge sull’acceleratore e allunga sui siciliani grazie soprattutto alle triple di Cucco, Leggio, Petrazzuoli e Di Prampero. La terza frazione si chiude sul 60-45, la Virtus vuole chiuderla e va a +20 ma Patti reagisce e accorcia a -11 (75-64) grazie ai liberi di Legnini quando mancano 2′ dalla fine del match. Gli sforzi finali e il cuore però non bastano e Salerno vince con merito davanti ai suoi tifosi. Risultato finale 82-66.
Una gara in cui Patti ha dimostrato tanti miglioramenti sotto vari aspetti del gioco (ottima prestazione per Dispinzeri) anche se i meccanismi difensivi ancora funzionano a fasi alterne, aspetto su cui lavorare ancora di più in settimana. Salerno tuttavia ha dimostrato di essere una grande squadra, profonda e con tante armi da sfoderare nei momenti importanti della partita, sia individuali che di squadra, non a caso è nelle prime posizioni in classifica. Patti dal canto suo ha lottato, provando a portarla a casa ma anche questa volta bisogna riconoscere il valore degli avversari. Il prossimo match per la squadra di coach Sidoti è contro l’Accademia Su Stentu Cagliari, squadra ostica, reduce da una sconfitta con onore in casa contro Palestrina. L’appuntamento con tutti i tifosi è per domenica 26 novembre alle ore 17.00 come sempre al PalaSerranò, con la speranza di vedere tanti tifosi supportare questi giovani ragazzi in cerca di riscatto.

Virtus Arechi Salerno – Playa Hotel Patti 82-66 (16-17, 20-16, 24-12, 22-21)

Virtus Arechi Salerno: Federico Di prampero 15 (5/9, 1/7), Marco Cucco 14 (3/4, 2/7), Paolo Paci 12 (6/11, 0/0), Gianmarco Leggio 12 (4/5, 1/5), Riccardo Bartolozzi 12 (6/8, 0/0), Onorio Petrazzuoli 6 (0/0, 2/5), Ernesto Beatrice 6 (0/1, 1/1), Marco Mennella 3 (0/0, 1/2), Daniel Datuowei 2 (1/1, 0/3), Andrea Cucco 0 (0/0, 0/0), Levan Babilodze 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 8 / 12 – Rimbalzi: 41 14 + 27 (Paolo Paci 13) – Assist: 13 (Onorio Petrazzuoli 4)

Playa Hotel Patti: Marco Legnini 17 (1/2, 4/8), Luigi Dispinseri 16 (2/9, 2/3), Andrea Locci 14 (7/9, 0/0), Giorgio Busco 8 (3/7, 0/1), Luca Fowler 8 (0/5, 2/7), Antonino Sidoti 3 (1/2, 0/4), Alberto Mazzullo 0 (0/0, 0/0), Alessandro Sidoti 0 (0/1, 0/2), Stefan Pekovic 0 (0/0, 0/0), Enrico Pappalardo 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 14 / 21 – Rimbalzi: 25 8 + 17 (Luigi Dispinseri 7) – Assist: 4 (Giorgio Busco 2)

Dario Caranna
Ufficio Stampa Playa Hotel Patti

Playa Hotel Patti – Basket Scauri 66-72

(ph. Sara Tumeo)

Ci è mancato veramente poco per raggiungere la seconda vittoria consecutiva tra le mura amiche per il Playa Hotel Patti che invece deve arrendersi al Basket Scauri 66-72. Come contro la Costa, un Patti bello e in controllo per metà gara, poi pian piano la fiamma si è affievolita, causa un mix formato da stanchezza, sfortuna e qualche ingenuità nei momenti importanti della gara.
L’inizio è tutto per i laziali, che grazie ad un parziale di 0-8 fa capire di essere motivata e focalizzata. La risposta di Patti non si fa attendere e con un contro-parziale di 13-3 mette la testa sopra e fa caricare a dovere il pubblico del PalaSerranò. Nino Sidoti e Fowler sono in partita ma Zolezzi e Provenzani portano Scauri a fine primo quarto sul 15-16. Nella seconda frazione il neo arrivato Dispinzeri si fa notare, Patti riesce ad allungare e vola a +10 (38-28), Scauri reagisce e si rifà sotto ma un’altra tripla di Fowler caccia indietro i laziali e all’intervallo il tabellone segna 43-38. Patti sembra in controllo ma, al rientro sul parquet, Scauri alza l’intensità difensiva e riesce a piazzare il break portandosi in vantaggio (47-48). La terza frazione di gioco è un’alternarsi di sorpassi fra le due squadre che dà vita ad un match emozionante ma è Scauri a mettere la freccia a 10′ da termine, 51-53 . Nell’ultima frazione la maggiore esperienza di alcuni giocatori laziali come Longobardi e Richotti fanno la differenza, la squadra di coach  Sabatino vuole chiuderla ed arriva a +8 a 5′ dal termine (57-65). Patti però si rivitalizza nel finale, Fowler mette due triple incredibili e a 2′ dalla fine il tabellone segna addirittura 66-65. Sembra tutto da rifare per gli ospiti ma, grazie ad alcune ingenuità in difesa e in gestione di Patti, Scauri riesce a trovare canestri a gioco fermo fondamentali e negli ultimi secondi la squadra di coach Sidoti non ha la forza e la fortuna di trovare quei canestri che gli avrebbero regalato un finale differente. Il match si chiude col punteggio di 66-72.
Quasi un’occasione mancata per il Playa Hotel Patti, che ha pagato a caro prezzo ogni momento in cui era un po’ in affanno o poco concentrata e soprattutto il finale di gara. Un match che in ogni caso ha entusiasmato il pubblico presente al palazzetto, nonostante il finale un po’ amaro. I miglioramenti della squadra però sono evidenti e sotto gli occhi di tutti, con un Dispinzeri in più in roster aumenta qualità ed esperienza, due degli elementi che, grazie al lavoro in palestra di coach Sidoti e il professore Pichilli, possono far risollevare questa squadra dalla parte bassa della classifica. I prossimi due appuntamenti della squadra pattese sono a Salerno domenica 19 alle ore 18.00 al PalaSilvestri e il 26, in casa, al PalaSerranò contro Cagliari alle 17.00. Due match, inutile dirlo, fondamentali per Patti che vuole alzare la testa conquistando importanti punti salvezza.

Playa Hotel Patti – Basket Scauri 66-72 (15-16, 28-22, 8-15, 15-19)

Playa Hotel Patti: Andrea Locci 15 (6/8, 0/0), Luca Fowler 15 (0/2, 4/9), Antonino Sidoti 12 (1/4, 2/8), Marco Legnini 8 (1/4, 1/4), Giorgio Busco 4 (1/6, 0/2), Alberto Mazzullo 4 (2/3, 0/1), Luigi Dispinzeri 4 (1/3, 0/1), Enrico Pappalardo 4 (2/2, 0/0), Alessandro Sidoti 0 (0/3, 0/0), Stefan Pekovic 0 (0/0, 0/0), Gabriele Giaimo 0 (0/0, 0/0), Gabriele Gullo 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 17 / 22 – Rimbalzi: 28 5 + 23 (Giorgio Busco 8) – Assist: 13 (Giorgio Busco 6)

Basket Scauri: Andrea Longobardi 19 (7/14, 1/5), Vincenzo Provenzani 14 (4/6, 2/6), Davide Serino 11 (4/4, 0/4), Dante Richotti 7 (3/8, 0/0), Simone Manzo 7 (0/1, 1/4), Raffaele Marzullo 5 (1/2, 1/1), Andrea Zolezzi 5 (0/0, 1/1), Vincent Okon 4 (2/2, 0/1), Federico Casoni 0 (0/0, 0/0), Giordano Chakir 0 (0/0, 0/0), Alexandru-cristian Varga 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 12 / 19 – Rimbalzi: 39 4 + 35 (Davide Serino 14) – Assist: 6 (Andrea Longobardi, Dante Richotti 2)

Dario Caranna
Ufficio Stampa SSD Patti Basket

Bentornato Luigi Dispinzeri!


Il Playa Hotel Patti comunica ufficialmente l’ingaggio fino al termine della stagione dell’atleta Luigi Dispinzeri. Classe 1993, 200 cm di altezza, nato a Caltagirone e cresciuto cestisticamente nelle giovanili della Pallacanestro Trapani. Dopo la stagione sfortunata proprio a Patti nel 2014/15 in C Silver dove, proprio in estate, un brutto infortunio interruppe la sua avventura in maglia bianconera, per Luigi è un gradito ritorno, come se avesse lasciato qualcosa d’incompiuto. Nonostante la giovane età il giocatore siciliano vanta una carriera di tutto rispetto: triennio a Gela in C nazionale, poi il passaggio in Legadue all’Igea Barcellona, prima di approdare proprio a Patti in C. Una stagione alla F. P. Sport Messina e una divisa fra Manfredonia e Sarno, in questa stagione Dispinzeri aveva iniziato in D col Basket School Gela ed adesso la nuova avventura alla corte di coach Pippo Sidoti che è ovviamente entusiasta di poter tornare a lavorare con lui, questa volta in serie B.

Dario Caranna
Ufficio Stampa SSD Patti Basket

Costa D’Orlando – Playa Hotel Patti 74-59


La Costa D’Orlando si aggiudica il primo derby di serie B al Palasport Mangano di Sant’Agata Militello, battendo il Playa Hotel Patti con il risultato finale di 74-59. Un match diviso in due. La prima parte dove Patti è riuscita a controllare il ritmo della partita, non subendo gli attacchi e i giochi dei ragazzi di coach Condello. Mentre la seconda metà dove la difesa della squadra di casa ha fatto la differenza, costringendo a tiri non facili Patti che ha notevolmente abbassato le sue percentuali, causa anche la coperta troppo corta.
L’inizio del match è in equilibrio, la difesa del Playa Hotel funziona, la Costa non trova soluzioni offensive ad alta percentuale ma Sorrentino e Paunovic tengono in scia i biancorossi. Fowler e Locci segnano con continuità, e, proprio quest’ultimo, affonda la schiacciata del +6 Patti a pochi secondi dalla fine del secondo quarto (34-40). Al rientro sul parquet la Costa è più aggressiva e, dopo il massimo vantaggio pattese realizzato da Busco (+8), in un amen i padroni di casa con un parziale di 12-0 metto la testa sopra e non la riabbassano più. Nella terza frazione il parziale è di quelli pesanti (27-10), il tabellone segna 61-50 ma la squadra di coach Sidoti non molla mai e, nonostante il massimo svantaggio maturato nell’ultimo quarto (66-52) non molla e alza l’intensità difensiva. La squadra però è stanca, la coperta è corta, il dispendio fisico in difesa porta poca lucidità in attacco e col passare del tempo si spegne sotto i colpi di Marinello, Paunovic, Sorrentino e Pozzi. Risultato finale 74-59.
Un derby che ha lasciato molto spunti positivi a coach Sidoti. Nonostante la sconfitta, la squadra è in netta crescita e le ultime prestazioni ne sono da testimone. La neopromossa Costa, squadra ben costruita che gioca una bella pallacanestro, ha trovato difficoltà fin quando l’intensità e le rotazioni difensive di Patti hanno retto. Un calo delle percentuali nella seconda parte era fisiologico da parte dei pattesi, soprattutto quando le rotazioni sono poche e il bisogno di difesa e aggressività diventa costante, soprattutto a questo livello. Adesso è tempo di pensare ad un altro importante match, si torna in casa contro il Basket Scauri, squadra ostica che darà sicuramente del filo da torcere. Dopo le tre vittorie iniziali, tra cui l’esordio vincente contro Palestrina, Scauri ha collezionato quattro sconfitte consecutive, l’ultima in casa contro Valmontone. Andamento altalenante per i laziali che non deve essere sottovalutato ovviamente dai ragazzi. L’appuntamento è per domenica 12 novembre al PalaSerranò di Patti alle ore 18.00.

Irritec Costa D’Orlando Capo D’Orlando – Playa Hotel Patti 74-59 (21-19, 13-21, 27-10, 13-9)

Irritec Costa D’Orlando Capo D’Orlando: David Paunovic 21 (7/10, 1/3), Jacopo Pozzi 14 (0/5, 4/9), Amar Balic 13 (4/7, 1/4), Roberto Marinello 12 (2/7, 2/6), Andrea Sorrentino 10 (0/2, 2/4), Salvatore Forte 2 (1/1, 0/4), Enrico Di coste 2 (1/2, 0/0), Davide Giglia 0 (0/0, 0/0), Alessio Ferrarotto 0 (0/0, 0/0), Kevin Fort 0 (0/0, 0/0), Alberto Triassi 0 (0/0, 0/0), Luca Munastra 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 14 / 17 – Rimbalzi: 37 6 + 31 (David Paunovic 10) – Assist: 19 (Amar Balic 10)   All.  Giuseppe Condello

Playa Hotel Patti: Luca Fowler 16 (2/6, 3/11), Andrea Locci 13 (6/16, 0/0), Giorgio Busco 12 (5/10, 0/2), Antonino Sidoti 8 (2/4, 1/4), Alberto Mazzullo 5 (2/4, 0/1), Marco Legnini 5 (0/1, 1/6), Enrico Pappalardo 0 (0/0, 0/0), Alessandro Sidoti 0 (0/0, 0/0), Andrea Piperno 0 (0/0, 0/0), Stefan Pekovic 0 (0/0, 0/0), Gabriele Giaimo 0 (0/0, 0/0), Gianluca Ettaro 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 10 / 15 – Rimbalzi: 43 13 + 30 (Andrea Locci 17) – Assist: 5 (Andrea Locci, Giorgio Busco, Antonino Sidoti, Marco Legnini, Enrico Pappalardo 1)  All.  Pippo Sidoti

Dario Caranna
Ufficio Stampa SSD Patti Basket

Domani il derby. La vigilia in casa Patti


Dopo la grande vittoria casalinga contro la Tiber Basket Roma, Patti si accinge ad affrontare un nuovo avversario e sicuramente non uno qualunque: la Costa d’Orlando, allenata da coach Condello. Il derby che sarà in scena domani, lunedì 6 ottobre alle 20.30 al PalaMangano di Sant’Agata Militello, sarà sicuramente un match ricco di emozioni, come tutti gli scontri che queste due avversarie hanno avuto in queste stagioni fra C Silver e, quest’anno anche in serie B. La Costa, matricola in serie B, ha allestito una squadra con giocatori giovani ma allo stesso tempo navigati. Dopo una sola sconfitta nelle prime 5 partite in serie B, la squadra orlandina ha subito due k.o. prima con Cagliari e, l’ultima, con Palestrina.  La vera guida. il faro, in questo inizio di campionato sembra proprio il neo-acquisto Jacopo Pozzi. L’ala classe ’87, arrivato questa stagione dalla Nuova Pallacanestro Vigevano, è leader della sua squadra per minutaggio (31.3) e media punti (16.0). È uno dei migliori tiratori da 3 punti del girone D e l’uomo più coinvolto e di maggiore esperienza della sua squadra. Non solo Pozzi, ma anche gli altri componenti del roster orlandino sono da tener d’occhio, ce lo ricorda proprio coach Pippo Sidoti:
“La squadra di coach Condello è temibile e ben allestita. In estate ha fatto un buon mercato e, come sta dimostrando anche in questa prima parte di campionato, può ambire per  un posto nei playoff. Oltre Pozzi, c’è Marinello, Paunovic, Balic, atleti forti con una buona esperienza in questa categoria, abituati a giocare anche momenti importanti all’interno di un derby come sarà quello di domani. Noi ce la giocheremo, il lavoro sta cominciando ad avere i suoi frutti e i primi passi li abbiamo visti mercoledì con la Tiber, vincendo una partita importante, ma qualcosa si era intravista anche con Isernia, nonostante la sconfitta. Siamo in crescita, a volte ci addormentiamo e subiamo dei break e su questo dobbiamo migliorare. Non eravamo brocchi prima e non siamo fenomeni adesso, non ci esaltiamo ma siamo ottimisti per il prosieguo. Siamo alla ricerca di un’identità e ci vorrà probabilmente un altro po’ di tempo al fine di arrivare al nostro obiettivo che è, come la scorsa stagione, la salvezza in serie B.”

Dario Caranna
Ufficio Stampa SSD Patti Basket